Saldatrice Mini Sealing di CIA a Expo Dubai 2020

la coltura algale verrà fatta crescere e poi trasformata sino al prodotto finito,
e grazie alla SALDATRICE MINI SEALING di CIA
la polvere verrà confezionata in sacchettini da omaggiare e utilizzare come fertilizzante.

Intervista all’ing. Federico Micheli

Le lampade di C-Led a Expo Dubai 2020

04 Ottobre 2021/
Le lampade di C-Led stanno contribuendo a favorire il funzionamento, permettendo la proliferazione anche in ambiente confinato con scarsità di irraggiamento

Insieme a Tolo Green, le lampade di C-Led saranno a Expo 2020 Dubai fino al 31 Marzo 2022, nell’ambito di una delle tecnologie italiane più avanzate nella produzione dell’alga spirulina. Il tutto sfruttando l’anidride carbonica prodotta dai visitatori che cammineranno all’interno dei padiglioni.

I prodotti di FPZ all’EXPO 2020 a Dubai

MAGGIO 27, 2021 – Dal 1° ottobre 2021 al 31 marzo 2022, le soffianti a canale laterale di FPZ saranno utilizzate all’interno dell’installazione di TOLO Green, Partner Tecnico del Commissariato, presente nel Padiglione Italia dell’EXPO 2020 a Dubai.

TOLO Green, cliente storico di FPZ, sta allestendo 5 grandi vasche di coltivazione delle microalghe per il trattamento di parte dell’aria viziata della struttura espositiva interna detta “Belvedere”.

Gli organismi vegetali fotosintetici si nutrono di anidride carbonica, per loro un importante substrato carbonioso, trasformandola in ossigeno e riducendo quindi l’impatto ambientale della principale responsabile dell’effetto serra.

Per il funzionamento del circuito aria delle vasche di coltivazione , verranno impiegate 3 soffianti a canale laterale K04MS MOR con il compito di:

aspirare l’aria viziata facendola gorgogliare nella coltura algale;
permettere alle alghe di trasformare l’anidride carbonica in ossigeno.
Nasce così la collaborazione TOLO Green e FPZ, quale Fornitore Qualificato, basata sull’eccellenza tecnologica Italiana, sulla sostenibilità e l’innovazione, entrambi pilastri fondanti dell’identità delle 2 aziende.

Un’azienda di Serramanna insieme a Tolo Green

Expo Dubai, un’azienda di Serramanna insieme a Tolo Green per l’installazione con l’alga spirulina.

La società Studio-A Automazione di Serramanna sarà a Expo 2020 Dubai al via il prossimo ottobre grazie a un accordo di collaborazione con Tolo Green, partner tecnico del Padiglione Italia.

Studio-A Automazione si occuperà infatti dell’automazione di un impianto di produzione dell’alga spirulina all’interno del Padiglione. A realizzare l’installazione sarà Tolo Green.

La partnership fra le due aziende ha avuto inizio nel 2019 ad Arborea, dove Tolo Green ha realizzato un impianto di coltivazione della microalga spirulina che punta a diventare il più grande a livello europeo con una produzione di 60 tonnellate.

Il padiglione Italia accoglierà un modello dell’impianto di Arborea con l’obiettivo di evidenziare l’efficienza delle microalghe nella cattura della CO2.

Il perimetro circolare del Belvedere all’interno del Padiglione sarà occupato da cinque grandi vasche di coltivazione delle alghe.

L’anidride carbonica emessa dai visitatori del Padiglione Italia verrà infatti trasformata in ossigeno grazie a una innovativa tecnologia al 100% italiana che utilizza le microalghe per la biofissazione della CO2, rendendo il padiglione una struttura che “respira”. L’aria, purificata, verrà quindi reimmessa nell’ambiente circostante.

I visitatori potranno conoscere in tempo reale i valori del flusso d’aria immessa e purificata, comprendendo i rischi dell’aumento della CO2 negli ambienti chiusi.

Alessandro Cireddu, Ceo di Studio-A Automazione, sottolinea: “Siamo orgogliosi di proseguire ed estendere la nostra collaborazione con Tolo Green anche ad Expo 2020 Dubai, una vetrina in grado di generare visibilità a livello planetario”. Poi prosegue: “La progettazione e realizzazione dei quadri di automazione per la gestione dell’impianto è stata una sfida che abbiamo accolto con entusiasmo, felici di dare il nostro supporto tecnologico nell’ambito di un progetto ambizioso e rivolto al futuro come la coltivazione della microalga spirulina”.

Gilberto Gabrielli, presidente e fondatore di Tolo Green dichiara: “Essere partner del Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai rappresenta per noi un’opportunità straordinaria per promuovere le migliori competenze del nostro Paese nel campo dello sviluppo tecnologico al servizio della sostenibilità ambientale e alla produzione di energia pulita. Il nostro sguardo è rivolto all’ambiente e alle generazioni future, con un processo tecnologico unico nel suo genere che vuole stimolare l’attenzione e la riflessione dei visitatori internazionali che affolleranno l’Expo”.

Tolo Green a Expo Dubai 2020 con C-LED.

Assieme a Tolo Green, azienda attiva nel settore della produzione di microalghe oltre che in quello energetico, le nostre lampade saranno a Expo Dubai 2020, nell’ambito di una delle tecnologie italiane più avanzate nella produzione dell’alga spirulina e di altre microalghe. Il tutto sfruttando l’anidride carbonica prodotta dai visitatori che cammineranno all’interno dei padiglioni.

All’interno del Padiglione Italia infatti verrà installato un impianto di lavorazione di microalghe per la purificazione dell’aria, tramite la biofissazione dell’anidride carbonica espirata dai visitatori con la produzione di ossigeno. 

Le nostre lampade fotosintetizzanti contribuiranno a favorire il funzionamento, permettendo la proliferazione anche in ambiente confinato con scarsità di irraggiamento.

Scopri di più sul sito de Il Sole24Ore